Home > Scacchi > Sembrerebbe però che Mimmo abbia avuto il privilegio di scegliere…

Sembrerebbe però che Mimmo abbia avuto il privilegio di scegliere…

Superiò, finalmente sei arrivato!

Mimmo!! Come stai?

Qualche problema con l’alta quota, ma tutto risolto.

Nell’ambiente scacchistico difficilmente si riesce a parlare più di qualche minuto con qualcuno: siamo in tanti a conoscerci che spesso, forse anche in modo che ad altri sembrerebbe scortese, si cambia interlocutore in normal_DSCN0503brevissimo tempo. Del resto, ci si incontra nuovamente, più tardi, l’indomani, o dopo qualche anno. Il bello di queste grandi manifestazioni è proprio questo. Sono state le ultime parole che ci siamo scambiati, poi ci siamo rivisti in un ambiente surreale, impossibile, incredibile, inimmaginabile.

Non so se a noi è  data facoltà di scegliere tempi e modi di lasciare la vita terrena, o la decisione di Dio è tale che a noi non è dato modo di capire. Sembrerebbe però che Mimmo abbia avuto il privilegio di scegliere. Anche se nello strazio più totale della famiglia al completo, laddove sembra che il cielo sia troppo vicino a noi e tra quelli per i quali negli ultimi anni aveva dato anima e corpo. E non avrebbe potuto che scegliere proprio Courmayeur, durante la manifestazione che raccoglie tutti i ragazzi d’Italia.

Abbiamo voluto, tutti i pugliesi presenti a Courmayeur, che anche la cerimonia di premiazione non fosse un momento triste, un po’ come hai sempre fatto dopo i tornei da te organizzati, dove ci deliziavi col vino della CAF, con i prodotti tipici di Francavilla o come quando festeggiammo il tuo compleanno con la torta a tema scacchistico.

Sapere che esisti e non poter parlarci è la dura prova a cui ci hai messo di fronte. Ma non credere di aver vinto questa scommessa, perché una parte di te è rimasta in ciascuno di noi.

  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...
E' necessario che tu sia collegato per poter inserire un commento.